IL CARNEVALE DI MARCA RECUPERA DUE APPUNTAMENTI: SABATO SERA 11 MARZO A GIAVERA DEL MONTELLO, DOMENICA 12 A CONEGLIANO CON NUOVO PERCORSO

Manifesto nuovoOgni promessa è debito, anche per l’associazione Carnevali di Marca. Le tre sfilate di carri allegorici e gruppi mascherati annullate a febbraio a causa del maltempo saranno recuperate. Si inizia nel fine settimana entrante con gli spettacoli di Giavera del Montello (sabato 11 sera a cura della Pro Loco con la collaborazione dei Carnevali di Marca) e Conegliano (domenica 12). Per il recupero della sfilata di Villorba bisognerà attendere domenica 19 marzo.

Partiamo da Giavera, dove sabato 11 marzo dalle 20.30 andrà in scena il Carnevale del Mazariol. Si parte dallo stadio comunale, poi il percorso toccherà la strada provinciale 248 Schiavonesca Marosticana con andata e ritorno e terminerà nel piazzale del tempio Regina Pacis. La sfilata sarà aperta dalle Majorettes e dalla Banda musicale di Nervesa della Battaglia, seguita dai carri di gruppo CarnevaleInsieme Signoressa (tema: L’aviatore), Amici di via Colombo Jesolo (Il gladiatore), gruppo Pero di Breda di Piave (Italia: la Grande bellezza), associazione Carnevale che passione di Rossano Veneto (Qui si fa la storia), associazione Carnevale Selva di Volpago del Montello (Draghi, demoni e condottieri) e Cusignana Colombere (India… Che meraviglia!). Sfileranno in totale quasi 600 figuranti. Lo spettacolo sarà presentato da Claudia Vigato con la partecipazione di Ale Dj. I carri saranno valutati da una speciale giuria a cura del consiglio comunale dei ragazzi di Giavera del Montello. Non mancheranno Luna Park e giochi per bambini.

La Pro Loco di Giavera ha avuto l’intuizione di legare la sfilata dei carri mascherati alla leggendaria figura del Mazariol. Chi era costui? La leggenda vuole che fosse un folletto che abitava i boschi delle Alpi e Prealpi trevigiane. Ma la passione per il Piave e le sue calme acque lo portava di quando in quando tra i boschi del Montello. Chi lo ha incontrato lo descrive come un piccolo folletto vestito di rosso, scarpe e cappello a punta che teneva in mano un bastone nodoso che usava per camminare e combinare scherzi a chiunque lo incrociasse. Se qualcuno aveva la sfortuna di mettere il piede nella sua impronta (la “peca”) cadeva in una specie di magia che lo costringeva a seguire le “peche” del Mazariol perdendosi nei boschi per qualche giorno.
Un burlone insomma, perfetta incarnazione dello spirito del Carnevale!

Passiamo a Conegliano, dove domenica 12 marzo dalle 14.30 sfileranno in centro, presentati da Moreno Meneguz e Roberto Biz, 17 tra carri allegorici e gruppi mascherati: in testa ci saranno le majorettes di Prata di Pordenone, seguite dal Ceod di Cozzuolo (tema: L’uomo nero), Asd Solaria pattinaggio Vittorio Veneto (Le api sui pattini), gruppo Bravi e Basta (Ghostbusters), gruppo carro Bagnolo (Raperonzolo), associazione Cordignano Splendidi eventi (Peter Pan), gruppo Amici di Susegana (I Pirati), gruppo carro Parrocchia di Nervesa (Un tuffo nel passato tra prìncipi e principesse), Coriandolando per Pieve (Biancaneve e i sette nani), Scuola enologica Cerletti (140 anni… e non sentirli), gruppo Sempre Quei (Le streghe di Tezze), gruppo festeggiamenti Sernaglia (Walt Disney re dei cartoni animati), gruppo FonFierun Corbanese (Kung Fu Panda), gruppo Alpini e scuola materna Sernaglia (Il mondo di Alice), gruppo Dal Santo (Magie del bosco), Cusignana Colombere (India… che meraviglia!) e gruppo di Quarto d’Altino (Cavalcando il carnevale).

ATTENZIONE: il percorso della sfilata di Conegliano sarà diverso da quello che normalmente viene coperto il martedì grasso. Vista la concomitanza con un evento sportivo che impegnerà personale del Comune e della Polizia Locale di Conegliano, il percorso è stato modificato e accorciato in questo modo (vedi cartina allegata): l’ammassamento e la preparazione dei carri avverrà in piazza Calvi, da dove il corteo mascherato partirà riversandosi in via Colombo, che percorrerà nel senso di marcia abituale. Svolterà una prima volta in viale Carducci (viale della stazione) e verso sud fino al Cavallino. Da qui risalirà via Colombo e tornerà in viale Carducci che percorrerà una seconda volta svoltando poi verso nord (via Mazzini) fino alla conclusione in piazza IV Novembre. L’area di smontaggio dei carri sarà piazzale San Martino.

 

Paura di non trovare parcheggio nei pressi del percorso della sfilata di Conegliano? Nessun problema: tra le 13.00 e le 16.00 di domenica sarà a disposizione del pubblico un servizio gratuito di bus navetta che collegherà il centro commerciale Conè a piazzale San Martino e viceversa.

 

A fianco degli spettacoli cammina anche quest’anno la Lotteria di beneficenza dei Carnevali di Marca, che vanta un montepremi del valore di 20.000 euro e come primo dei 50 premi in palio un’automobile Opel Corsa Enjoy Coupé. Al di là dei premi, la lotteria ha una forte valenza sociale: per ogni biglietto da 2 euro venduto, i Carnevali di Marca devolveranno 5 centesimi a enti e associazioni di solidarietà segnalati all’associazione dalle Amministrazioni comunali del territorio. L’estrazione dei biglietti vincenti avverrà nel corso del Galà di chiusura in programma sabato sera 1° aprile all’oratorio Giovanni Paolo II a San Vendemiano.

 

Calendario completo e percorsi degli spettacoli sul sito ufficiale www.carnevalidimarca.it, aggiornamenti e foto anche sulla pagina Facebook dell’associazione Carnevali di Marca Treviso.

Commenti chiusi