LA “TRIPLETTA” DEI CARNEVALI DI MARCA 2017: DOMENICA 5 FEBBRAIO CARRI E GRUPPI SFILANO A PIEVE DI SOLIGO, GIAVERA DEL MONTELLO E VILLORBA

I Carnevali di Marca non si fermano più. Archiviati i primi due weekend con l’esordio di domenica 22 gennaio a Tarzo e la doppia tappa di Susegana e Bibano di Godega del 29, l’allegra carovana dell’associazione presieduta da Redo Bezzo “esagera” e propone tre pomeriggi di festa in una sola giornata. L’appuntamento è per domenica 5 febbraio alle 14.30 a Pieve di Soligo, Giavera del Montello e Villorba. In queste due ultime sedi, l’associazione Carnevali di Marca collabora con le Pro Loco per la buona riuscita delle manifestazioni.

Ecco nel dettaglio carri e gruppi che sfileranno nei tre Comuni. Partiamo con Pieve di Soligo dove – presentati da Moreno Meneguz – sono attesi nelle vie del centro la società Asolo Rugby con un gruppo mascherato a piedi, il gruppo FonFierun di Corbanese con il carro dedicato a Kung Fu Panda, l’associazione Cordignano Splendidi Eventi (Peter Pan), scuola materna Maria Assunta di Fontanelle (Un carro armato… di allegria), gruppo carro parrocchia di Nervesa (Il mondo incantato di principi e draghi), Coriandolando per Pieve (Biancaneve e i sette nani), gruppo Dal Santo di Prata di Pordenone (Magie del bosco), gruppo festeggiamenti Sernaglia (Walt Disney re dei cartoni), gruppo carro Alpini e scuola materna di Sernaglia (Il mondo di Alice), gruppo parrocchia Cer Soligo (I fantastici fifties), gruppo Bravi e Basta (Ghostbusters) e gruppo carro Amici di Susegana (I pirati).

A Villorba, accompagnati da banda musicale e majorettes, partiranno e arriveranno in piazza monsignor Zago per il locale carnevale il gruppo Camerotto (tema: Masha e Orso), carro genitori Soligo (I Minions), carro di Falzè (Looney Tunes), carro Porcellengo (I pirati di Barbanera), carro di Quarto d’Altino (Cavalcando il Carnevale), carro di Barcon (E’ sempre primavera), carro di Signoressa (L’aviatore), gruppo di Bocca di Strada (A tutta birra). In piazza monsignor Zago si svolgeranno anche le premiazioni dei carri allegorici.

Anche a Giavera del Montello i carri saranno anticipati dalla banda e dalle majorettes, di Nervesa della Battaglia. Presenterà il pomeriggio Claudia Vigato. I carri saranno valutati da una speciale giuria a cura del Consiglio comunale dei ragazzi di Giavera del Montello. Sfileranno, partendo dal viale della stazione e percorrendo poi la strada Schiavonesca Marosticana, il gruppo carnevale di Pero di Breda di Piave (tema: L’Italia: la Grande bellezza!), comitato Santa Maria della Vittoria (Il contadino cerca moglie), gruppo giovani di San Giorgio in Brenta (Mettiamo in moto l’allegria!), associazione carnevale Selva (Draghi, demoni e condottieri), Carnevale che passione di Rossano Veneto (Qui si fa la storia), comitato Santa Mama di Volpago del montello(Pierino contro tutti) e comitato Colombere di Cusignana di Giavera (India… che meraviglia). Tutto ciò all’interno del “Carnevale del Mazariol”. Perché questo nome? La Pro Loco di Giavera ha avuto l’intuizione di legare la sfilata dei carri allegorici alla leggendaria figura del Mazariol. Chi era costui? La leggenda vuole che fosse un folletto che abitava i boschi delle Alpi e Prealpi trevigiane. Ma la passione per il Piave e le sue calme acque lo portava di tanto in tanto tra i boschi del Montello. Chi lo ha incontrato lo descrive come un piccolo folletto vestito di rosso, con scarpe e cappello a punta. In mano, un bastone nodoso che usava per camminare e combinare scherzi a chiunque lo incrociasse. Se qualcuno aveva la sfortuna di mettere il piede nella sua impronta (la “peca”), cadeva in una specie di magia che lo costringeva a seguire le “peche” del Mazariol perdendosi nei boschi per qualche giorno. Un burlone insomma, perfetta incarnazione dello spirito del carnevale.

Oltre alle sfilate, è confermatissima anche quest’anno la Lotteria di beneficenza dei Carnevali di Marca, che vanta un montepremi del valore di 20.000 euro e come primo dei 50 premi in palio un’automobile Opel Corsa Enjoy Coupé. Al di là dei premi, la lotteria ha una forte valenza sociale: per ogni biglietto da 2 euro venduto, i Carnevali di Marca devolveranno 5 centesimi a enti e associazioni di solidarietà segnalati all’associazione dalle Amministrazioni comunali del territorio. Naturalmente, più saranno i ticket acquistati e maggiore sarà la cifra messa a disposizione per questa finalità. L’estrazione dei biglietti vincenti avverrà nel corso del Galà di chiusura in programma sabato 1° aprile a San Vendemiano.

Dopo le sfilate di questo fine settimana, il programma dei Carnevali di Marca 2017 proseguirà nel weekend successivo con la doppia sfilata di Sernaglia della Battaglia (sabato 11 alle 20.30 e domenica 12 alle 14.30) e di Ponte della Muda di Cordignano domenica alle 14.30.

Commenti chiusi